Catacombe

 

Catacomba di Santa Mustiola

santa mustiola 3

 

La catacomba deve il suo nome alla patrona della Città e della Diocesi, che secondo la tradizione vi fu sepolta verso la metà del III secolo d.C. Il cimitero si sviluppa per oltre duecento metri all’interno di gallerie, dove la maggior parte delle sepolture trova posto in nicchie di forma arcuata (arcosolii), ciascuna con due o tre deposizioni chiuse da tegole e coppi.

L’ingresso principale conduce a una basilichetta che conserva ancora oggi il fascino delle prime celebrazioni cristiane. Tra le iscrizioni più significative ricordiamo quelle di Lucius Petronius Dexter, vescovo morto nell’anno 322, di Sentius Respectus esorcista e del bambino Aurelius Melitius.

santa mustiola 2

Catacomba di Santa Caterina

catacomba s. caterina

Il cimitero prende il nome da una cappella dedicata a Santa Caterina delle Ruote, che era situata nella collina soprastante. L’attuale struttura della catacomba si è formata a partire da due complessi ipogei ben distinti, facenti parte di una più vasta area funeraria, che accoglievano sia sepolture cristiane che pagane. All’ingresso si può ammirare una bella urna in travertino ornata da fasci littori e da un personaggiotogato. Due colonne con capitelli corinzi incorniciano un altare, dietro al quale si aprono le gallerie. Numerose le iscrizioni ancora presenti, sia pagane che cristiane.

A circa 2 Km dal centro storico, lungo Via Cassia Aurelia I, a Chiusi Scalo a 700 metri dalla stazione ferroviaria.

La catacomba è accessibile solo con visite guidatecatacomba s. caterina 2

ORARI E BIGLIETTI

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook

Twitter